COPPA CITTÀ DI BASSANO: A TURRI-FRASCAROLI LA VITTORIA

Non hanno smentito la ‘regola’ del ‘non c’è due senza tre’, ed infatti i rodigini Giacomo Turri e Marco Frascaroli con la loro fida Fiat 128 verde del Team Cams Rovigo, non hanno avuto avversari in questa Ottava Coppa Città di Bassano, gara di regolarità turistica per auto storiche e moderne a calendario Acisport, conquistando la terza vittoria assoluta di fila in tre edizioni, alla media da veri top dirver sotto i cinque centesimi.  
Per il secondo gradino del podio invece si è dovuti ricorrere alla ‘prova discriminante’, visto che a parità di penalità, 94, sono arrivati gli emiliani Bentivogli, padre e figlio alla guida di una splendida Fiat 124 Abarth del team Le Fonti e i locali Enzo Scapin e Ivan Morandi su Lancia Beta Coupè del rally Team Isola Vicentina.  La classifica assoluta tra le storiche ha visto poi  al quarto posto Flamberti padre e figlio su Fiat x1/9) del Racing Team, seguiti da Converso-Polato (A112 Abarth), 
della Scuderia Padova Autostoriche, davanti ai compagni di squadra Bragantini-Farsura (Lancia Fulvia). Con la Scuderia Padova Autostoriche si è aggiudicata la coppa tra i club. 


Così come per le storiche tutti  i favori dei pronostici davano per favoriti Turri-Frascaroli, tra le moderne, la vittoria , prevedibile è andata ai mattatori di questa categoria, i pordenonesi Gianluca Turchet ed Enrico Con, alla guida della Lancia Delta Integrale della Pn Corse.
Ma, cronaca a parte non si puè non sottolineare come questa ottava edizione della Coppa Città di Bassano non abbia deluso le aspettative dei 70 concorrenti al via: 217 chilometri sulle strade dell’Altopiano di Asiago tra strade e boschi incontaminati, con poco traffico, davvero ‘guidate’, con oltre 33 chilometri di prove cronometrate che nulla avevano da invidiare a quelle di un vero e proprio rally (medie a parte, ovviamente). 
E quest’anno gli appassionati organizzatori della Bassano Rally Racing, oltre alla classicissima Valstagna (l’università dei rally veri, quelli degli anni Settanta e Ottanta), e altre classicissime come Stoccareddo e Monte Corno, hanno rinnovano gran parte del percorso, rendendolo così ancora più divertente, e impegnativo, per driver e navigatori: con un secondo giro diverso dal primo, e le prove ‘cittadine’ di Sologna e San Nazario davvero divertenti, con il pubblico a fare da ala ai concorrenti. Un esperimento sicuramente da ripetere. 
E Alla fine, dopo il traguardo finale a Valstagna, le affollate premiazioni hanno concluso alla grande questa ottava edizione della Coppa Città di Bassano, con l’arrivederci al prossimo anno, e il Team organizzatore subito al lavoro per il prossimo Rally Città di Bassano di fine settembre.

 

Rally 8° Coppa Città di Bassano sul percorso dell’Università del Rally

VALBRENTA – Ore 11, da Piazza San Marco, in una Valstagna gremita di appassionati di rally, è partita l’8^ Coppa Città di Bassano, Trofeo Walter Caramea. La competizione di regolarità turistica per auto d’epoca e moderne è organizzata dal Bassano Rally Racing, in collaborazione con i comuni di Valstagna, San Nazario e Breganze. 81 gli equipaggi in gara che affrontano il percorso di 228,55 Km. Sono previste 14 prove cronometrate e 8 controlli orari. Dopo la partenza, le auto devono affrontare gli insidiosi tornanti della provinciale Campesana-Valvecchia che s’inerpica verso Foza, per raggiungere Stoccareddo, il Rifugio di Monte Corno, quindi la discesa a Breganze, Pianezze, la Birreria Dolomiti all’imbocco della Valsugana, poi il passaggio per Solagna, l’ingresso a San Nazario e nuovamente a Valstagna per ripetere lo stesso percorso con passaggio a Santa Caterina di Lusiana, prima di scendere a Pianezze e arrivo finale a Valstagna previsto verso le 18.30.
Come ha ricordato anche il sindaco di Valstagna Carlo Perli alla partenza, il tratto Valstagna-Foza, ribattezzato «Università del Rally», è stato per molti anni una prova speciale dei rally di San Martino di Castrozza, Campagnolo, Prealpi Venete e Città di Bassano. Lo stesso «drago» Sandro Munari ricorda con affetto «la prova di Valstagna mi è sempre rimasta nel cuore perché è sempre stata la più impegnativa di tutte e richiedeva grande tecnica, specialmente nell’affrontare i tornanti stretti e sterrati con la mitica Fulvia». Le premiazioni, questa sera, in Piazza Guarnieri, a Carpanè.

Da “IL GAZZETTINO.IT”, articolo di Roberto Lazzarato

http://www.ilgazzettino.it//vicenza_bassano/rally_8_coppa_citta_di_bassano_percorso_universita_rally-2537113.html